sabato 6 agosto 2016

0 SUICIDE SQUAD: L'UNIONE FA LA FORZA... ANCHE SE CATTIVA [RECENSIONE]



Ciò che salva i difetti di Suicide Squad - e ce ne sono - è l'essere un film corale: nel marasma generale, più di qualche aspetto funziona e fa passare sopra, almeno in parte, ciò che invece proprio non va nella pellicola di David Ayer.

Il film, terzo capitolo del nuovo DC Extended Universe dopo L'uomo d'acciaio e Batman v Superman: Dawn of Justice, vuole raccontare l'esordio della Squadra Suicida, conosciuta anche come Task Force X, per volere di Amanda Waller. Suo obiettivo è prevenire un nuovo Superman, questa volta dalla parte dei cattivi, e per questo motivo crea un team formato proprio da criminali senza speranza, affinché aiutino a sventare minacce ancora più pericolose di loro ma siano allo stesso tempo facilmente sacrificabili. L'introduzione degli anti-protagonisti iniziale suona come uno "spiegone" quasi fastidioso, molto pop, punk e colorato come tutta l'estetica del film, ma allo stesso tempo noioso e controproducente nell'avvicinare il pubblico ai personaggi.

La recensione prosegue dopo il "Continua a leggere..."

E' proprio su questo che Ayer sembra essersi concentrato più che sulla regia: sull'aspetto esteriore, visivo e fotografico, in un mix poco convinto e convincente tra una pellicola vecchio stile e un film post moderno. Dopo la regia ricca di tensione e molto puntuale di Fury, in Suicide Squad la seconda e la terza parte del lungometraggio risultano mal distribuite, o forse distribuite fin troppo canonicamente. La trama procede, inciampa e si rialza con escamotage spesso discutibili (soprattutto quello finale) eppure invoglia a continuarne la visione, per capire se alla fine dei giochi i cattivi saranno cattivi e i buoni saranno buoni, se tutto sarà bianco e nero (o meglio iper colorato) oppure se prevarranno dei toni di grigio.

Tra gli interpreti spiccano la Harley Quinn di Margot Robbie (una "sorpresa" ma non troppo visto quanto il marketing abbia puntato su di lei) e il Rick Flag di Joel Kinnaman (una conferma dopo The Killing): entrambi sono danneggiati dall'amore, un amore non sano, un parassita fagocitante che li ha resi ciò che sono. Un po' come capita alla "posseduta" June Moone di Cara Delevingne ma al contrario non avviene per la spietata e senza scrupoli Amanda Waller di Viola Davis: una roccia, solida e glaciale, pronta a qualsiasi mezzo come le avrebbe insegnato Annalise Keating.

Sono tanti i protagonisti presenti nel poster promozionale, ma tra uscite di scena premature, "controllori" più che membri effettivi della Squadra ed altro il numero si riduce drasticamente, rendendolo molto più pragmatico alla narrazione. La stessa fatica comunque a trovare un posto per tutti: non è quindi un film su Harley Quinn o su Deadshot o su Joker, ma nemmeno un film su tutti gli altri. C'è una comparsata del Batman di Ben Affleck per ricordare allo spettatore l'esistenza dello stesso universo narrativo, ma soprattutto c'è il Joker di Jared Leto molto più presente (e importante) di quanto ci si aspettasse. Il difetto qui non sta nella sua presenza e nella sua relazione con Quinn, ben sviscerata tra instabilità mentale senza controllo e abnegazione amorosa, piuttosto nella sua interpretazione: esagerata, come lo è l'estetica del personaggio, che sembra voler fare irrimediabilmente il verso a Heath Ledger senza però metterci tutta l'intensità - e la follia recitativa - necessarie, o addirittura mettercene troppa.


Il tono di Suicide Squad è sempre quello cupo e dark con cui la DC Comics sembra voglia contraddistinguersi al cinema, ma qui si sceglie di stemperare la drammaticità degli eventi e della storia passata dei membri della Squadra Suicida con momenti di ilarità e battute più leggere. Anche ciò non riesce appieno, in una sorta di evil isn't born it's made mal raccontato. Eppure, in fin dei conti, per tutti i motivi sopra citati, questo risulta essere il primo film davvero interessante del nuovo universo cinematografico DC.

Un consiglio: rimanete seduti ai titoli di coda, ci sarà una sorpresa in stile Marvel, cosa che non era avvenuta in Batman v SupermanSuicide Squad sarà nei cinema italiani dal 13 Agosto 2016 su distribuzione Warner Bros. Italia.


- Federico Vascotto

commenti

0 Risposte a "SUICIDE SQUAD: L'UNIONE FA LA FORZA... ANCHE SE CATTIVA [RECENSIONE]"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.