giovedì 10 marzo 2016

0 MARTIN MYSTÈRE: FUORI TEMPO! [RECENSIONE]


Ha molto senso pubblicare un volume che ripropone storie a fumetti edite in tempi piuttosto recenti, se non recentissimi, alcune delle quali tuttora in catalogo?

Beh, innanzitutto, parlando dell’autore, l’eterno ragazzino Alfredo Castelli, siamo in zona cinquantenario della carriera e, se permettete, quando si parla di anniversari, tutto è ammesso. Inoltre, il prodotto è commercializzato soltanto nelle librerie: è cioè indirizzato ad un’utenza che, giocoforza, appare distante da quella che abitualmente frequenta le edicole nazionali.

Il volume “Fuori tempo” si compone di ben 448 pagine e raccoglie le storie di Martin Mystère originariamente apparse nei numeri 200 e 320 della serie, pubblicati rispettivamente nel Novembre del 1998 e nell’Aprile del 2012, nonché quelle incluse negli Almanacchi del Mistero 2014 e 2015.

La recensione prosegue dopo il "Continua a leggere..."

Attenzione a non confonderne i suoi contenuti con la compagine tratteggiata nel n. 47 della serie regolare, il cui titolo simile, “Tempo zero”, potrebbe trarre in inganno (narrava le gesta di Mr. Jinx, scienziato folle ma geniale, in grado di far “recuperare il tempo” ai suoi impegnatissimi e facoltosi clienti velocizzandone le prestazioni fisiche previa accelerazione del metabolismo) oppure a ritenere, come erroneamente divulgato da taluni nella rete, che l’albo proietti il Detective dell’Impossibile “a spasso nel tempo” (di questo parlano gli albi team up di Martin Mystère & Nathan Never del 1996 e 2001, nonché la serie regolare del secondo personaggio, nei numeri 64, 65, 231 e nello speciale n. 18).

Qui, invece, le storie in questione hanno un altro comune denominatore: raccolgono episodi ambientati in un passato alternativo, prevalentemente circoscritto agli Anni ’30. In tal senso, sono da condividere pienamente le considerazioni espresse da Luca Barbieri nella bella introduzione: quando le avventure di un eroe dei fumetti possono essere ambientate fuori dal suo contesto normale, si può dire che egli “ce l'ha fatta”. Cioè a dire che il suo immaginario è talmente consolidato che può permettersi delle “digressioni”, pur rimanendo riconoscibile nelle sue caratteristiche fondamentali. Il tomo, forse uno dei più imponenti nella pur estesa storia editoriale dell’archeologo ideato da Castelli, è corredato di interessanti articoli che descrivono le fonti di ogni storia, redatti sulla falsariga della ricchissima rubrica “Cosa c'è di vero e cosa di inventato nella storia che avete appena letto”, proposta con costante puntualità nelle ultime pagine della serie regolare.

Senza rischiare di cadere nel populismo spicciolo, a parere di chi scrive questi nuovi articoli valgono da soli l’acquisto dell’opera tutta: il lettore abituale di Martin Mystère, così aduso all’aggiornamento culturale, sa cosa di cosa si sta parlando: articoli ricchi di citazioni e rimandi storici dall’innegabile substrato nozionistico, impreziositi da un approccio mai prevedibile, sempre stimolante e prodromico di futuri e più dettagliati approfondimenti.

Quanto ai singoli episodi, può essere utile, in questa sede, ricordarne velocemente i contenuti: in “Anni 30” (uscito per la prima volta in occasione del trentennale del personaggio) lo sceneggiatore lombardo non si limita a collocare i personaggi nel periodo storico richiamato nel titolo, ma ne accentua caratteri e difetti, ideando una compagine assai gustosa e divertente. “L'Impero sottomarino” propone un Mystère “invecchiato”, ambientazioni di inizio ‘900 (ma non soltanto), le curve mozzafiato della bella e svampita Angie (ospite gradito in occasione degli speciali estivi), particolarmente a suo agio nel nuovo scenario ipotizzato; “Saturno contro la Terra” – oltre ad essere il naturale seguito della storia precedente – rivisita in termini dilettevoli l'omonima serie disegnata da Giovanni Scolari su testi a firma di Federico Pedrocchi, pubblicata tra il 1936 e il 1946 da Mondadori; “Lo spettro della luce”, qui riproposto a colori, come l’originale, è a sua volta una raccolta di vari episodi legati tra loro dal colore, non soltanto come forma di rappresentazione visiva, ma anche (e soprattutto) dal punto di vista squisitamente concettuale. Non soltanto per completasti.

MARTIN MISTERE: FUORI TEMPO!
Editore: Sergio Bonelli
Provenienza: Italia
Autori: Alfredo Castelli (testi), Giancarlo Alessandrini, Franco Devescovi, Rodolfo Torti (disegni), Lucio Filippucci (disegni e copertina)
Formato: 16×21, B, 448 pp, b/n e col.
Prezzo: 16 euro
Data di uscita: 28 gennaio 2016

- Gianluca Livi

commenti

0 Risposte a "MARTIN MYSTÈRE: FUORI TEMPO! [RECENSIONE]"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.