venerdì 25 marzo 2016

0 BATMAN V SUPERMAN DAWN OF JUSTICE: TOP O FLOP? [RECENSIONE NO SPOILER]



L'attesa era tanta, l'hype alle stelle ma partiamo col dire senza troppi giri di parole che Batman V Superman: Dawn of Justice non funziona sotto quasi tutti i punti di vista: è scritto male, montato malissimo ed è spesso offensivo nei confronti del pubblico pagante. Nelle prossime righe, che saranno assolutamente spoiler-free e si limiteranno nel caso a citare scene già viste nei vari trailer, giustificheremo questa affermazione non certo lusinghiera nei confronti del lavoro di Zack Snyder.

Senza entrare nel dettaglio della trama, tutti gli avvenimenti della prima ora e mezza di film (ad essere buoni, perché questo discorso si potrebbe estendere a tutta la durata della pellicola) si possono dividere in due macrogruppi: quello delle scene inutili e imbarazzanti e quello delle scene scritte male.

Nei primi 90 minuti vengono presentate le quattro storyline che andranno poi a confluire nella battaglia che da il titolo al lungometraggio, ma vengono messe in scena in modo schizofrenico e confusionario, saltando senza soluzione di continuità da una all’altra.

La recensione prosegue dopo il "Continua a leggere..."


A questo montaggio caotico andate ad aggiungere una lentezza esorbitante degli eventi, buchi di sceneggiatura vertiginosi e varie ingenuità sparse e capirete che quanto fosse possibile sbagliare narrativamente parlando è stato purtroppo fatto.

Poi si arriva al momento della battaglia che, essendo tra le altre cose scritta sul biglietto che vi ha portato in sala, ci si aspetterebbe che abbia una parte a dir poco di rilievo e ci si rende conto che quanto visto finora era soltanto la punta dell’iceberg.

Lo scontro tra i due per quanto ben girato dura veramente troppo poco, 10 minuti scarsi, e se già i presupposti sui quali si fonda sono risibili, il coup de théâtre che porterà all’inevitabile conclusione "tarallucci e vino" è quanto di più ridicolo si potesse mettere in scena.


Fortunatamente un po’ di puro entertaining (non privo di momenti impacciati e incerti) trova ancora spazio nella battaglia della Trinity contro un Doomsday che sembra – ahinoi – arrivare direttamente da Harry Potter e la Pietra Filosofale, sia come character design che come qualità della CGI: in due parole veramente deludente.

Su questo carrozzone di scelte sbagliate ed ingenuità non potevano non salire i due protagonisti, ma se con Superman il danno era già stato compiuto con Man of Steel – e nei due anni trascorsi anche negli eventi cinematografici il personaggio di Henry Cavill non è maturato di una virgola, andando a ripetere praticamente gli stessi errori – si è deciso di snaturare profondamente anche Batman privandolo della golden rule che rende Bruce Wayne l’Uomo Pipistrello e non un Punisher qualsiasi.


Peccato, perché Ben Affleck, tanto criticato al momento del suo annuncio, porta in sala il Bats più credibile che si possa ricordare, mettendo in scena delle battaglie non più legnose come quelle della trilogia nolaniana ma coreografate e spettacolari, tanto da sembrare uscite dai videogiochi della serie Arkham di Rocksteady.

Un ulteriore punto a sfavore del lungometraggio è la patina dark ormai marchio di fabbrica delle pellicole DC Comics che qui, più dare atmosfera, contribuisce solo ad un appiattimento generale di qualsiasi cosa venga proiettata sul grande schermo, comprese le città di Metropolis e Gotham – che scopriamo essere separate soltanto da un ponte – che non presentano la benché minima differenza, così come gli eroi che le difendono.

Vi ricordate quell’episodio de I Simpson dove agli alunni della scuola elementare di Springfield veniva data una divisa grigia per azzerarne l’entusiasmo? Questo film ha il medesimo effetto per il pubblico in sala.


Tra i – pochi – punti di forza di Batman V Superman possiamo trovare una splendida Gal Gadot, perfetta sia come Diana Prince che come Wonder Woman, capace di rubare la scena ai due protagonisti e un Jesse Eisenberg magistrale, per quanto il suo Lex Luthor venga mano a mano sempre più snaturato dalla sciagurata sceneggiatura della pellicola portandolo ad essere poco più di un fantoccio simil-Joker.

Ottima anche la scena onirica di Batman, ampiamente vista nei trailer, che perde però di potenza a causa del montaggio infelice e sembra inserita in modo completamente casuale, andando così a confondere, più che catturare, lo spettatore a secco di letture DC comics.

Nota di merito va alla colonna sonora, ma scegliendo Hans Zimmer e Junkie XL difficilmente si sarebbe potuto sbagliare.

Non bastano però questi pochi picchi di qualità e qualche chicca per i nerd in sala a risollevare dal baratro un film che poteva - e soprattutto doveva - essere di più.

Se queste sono le – tremolanti – basi sulle quali i poggerà il futuro Alternative DC Cinematic Universe c’è poco da stare allegri.



- Emanuele Emma

commenti

0 Risposte a "BATMAN V SUPERMAN DAWN OF JUSTICE: TOP O FLOP? [RECENSIONE NO SPOILER]"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.