lunedì 9 novembre 2015

0 FRANCIS MANAPUL: INTERVISTA ALLA VELOCITA' DELLA LUCE AL DISEGNATORE DI FLASH E BATMAN


Al Romics di Ottobre 2015 abbiamo avuto il piacere e l'onore di incontrare e intervistare per voi Francis Manapul, il disegnatore di Flash e Batman. Manapul, dalla carriera già molto ricca, ha iniziato come disegnatore per la Top Cow, dove è conosciuto soprattutto per i lavori a Witchblade The Necromancer.

Nel 2007 arriva la svolta, firmando un contratto in esclusiva con la DC Comics che lo tiene legato ancora oggi, dove si occupa di Detective Comics assieme all'amico e collaboratore Brian Buccellato dall'aprile del 2014. Nel 2008 Manapul diviene arista per la Legion of Superheroes con Jim Shooter ai testi, creando assieme a lui il personaggio di Gazelle prima di lasciare la testata. L'anno successivo viene chiamato ad essere il disegnatore per il nuovo Flash scritto da Geoff Johns con Barry Allen (il secondo Flash fumettistico) come protagonista. Ma è a maggio 2011 - proprio quando viene insignito dei premi Joe Shuster Award e All-in-One Award - che Manapul viene chiamato a rilanciare proprio il personaggio del Velocista Scarlatto nell'iniziativa DC dei New 52, sia come scrittore che come disegnatore, assieme a Buccellato.

Ricordiamo che proprio quest'ultimo Flash di Manapul e Buccellato ha ispirato il personaggio e gli eventi della serie tv di successo su The CW e Italia1 The Flash, la cui prima stagione uscirà in DVD e Blu-ray l'11 novembre 2015 distribuita da Warner Bros. Entertainment Italia.

L'intervista a Francis Manapul dopo il "Continua a leggere..."


Francis Manapul mentre firma schizzi
e autografi allo stand RW/Lion
Quando eri piccolo quali fumetti leggevi?
Ho iniziato leggendo Superman, Batman, i classici insomma, perché era ciò che i miei genitori mi compravano. Quando ho iniziato ad acquistarli da solo, optavo per gli X-Men, Flash e qualsiasi fumetto della Image Comics, qualsiasi cosa pubblicava la Image lo dovevo comprare.

Qual è la tua tecnica nel disegno e nella scrittura? Quali sono gli artisti che ti ispirano di più nel tuo lavoro?
Non saprei, ad essere sincero quello che mi ispira il lettore non lo nota. Quindi non disegno ispirato da qualche artista in particolare. Ad essere onesto, quando disegno, disegno e basta. Non ci penso troppo intensamente. Quindi quello che mi ispira è già dentro di me, sono storie che mi smuovono emotivamente, e cerco di usare quell'energia nel mio lavoro. Per quanto riguarda la scrittura, uno dei migliori consigli che ho ricevuto è stato da Geoff Johns, che mi ha detto "scrivi di ciò che sai". Il punto è che io non so cosa voglia dire andare super veloce, ma so cosa significa sentire e comprendere certe emozioni, quindi con Flash sapevo esattamente cosa voleva dire sentirsi sopraffatti. Così ho creato un villain che poteva essere in più posti contemporaneamente, si poteva duplicare, quindi quello era una sorta di personaggio sopraffatto. Quindi quando scrivo cerco di trovare quell'ancora emozionale in cui i lettori si possano identificare e a cui si possano sentire legati, cosicché anche quando le storie si fanno fantastiche e fantascientifiche, resta una connessione emotiva con i personaggi.

Qual è stato il tuo approccio quando sei stato nominato disegnatore e scrittore del nuovo Flash dei New 52? Anche in termini di confronto con la serie classica.
Ho letto un sacco di numeri della Showcase. Il punto è che con i New 52 l'occasione era rilanciare questi personaggi da zero, quindi volevo leggere i vecchi fumetti anche perché ero cresciuto con Wally West. Volevo leggere il materiale per documentarmi come fonte, per vedere com'era stato impostato. L'idea era riuscire a rimanere fedeli all'essenza del personaggio, riuscendo però ad applicare una sensibilità più moderna. Cercai allora di portare Flash maggiormente sull'elemento science fiction. Barry è un esperto forense della scientifica, quindi era un'ottimo pretesto per concentrarsi sulla scienza della velocità e la filosofia della scienza nel mondo reale. Quello che ho fatto insomma è stato documentarmi scientificamente e applicare la scienza al fumetto in un certo senso.

Raccontaci della tua esperienza come giudice d'eccezione per Comic Book Idol [una competizione sulla nona arte ispirata da American Idol e sponsorizzata da Comic Book Resources, ndr] e come presentatore tv per Beast Legends [una miniserie in sei episodi del 2010 della Yap Films andata in onda su History Channel in Canada e su SyFy negli Usa, in cui un gruppo di ricercatori ed artisti esplorava il mondo seguendo le bestie mitologiche e le leggende locali, investigando sulle origini di queste storie e portandole alla luce tramite grafica e animazione al computer, ndr], che sono "straordinarie" diciamo rispetto alla tua carriera fumettistica.
Ad essere onesto ho scordato l'esperienza a Comic Book Idol. Quello che mi ricordo è l'aver visto artisti molto bravi e promettenti. Dovevamo scrivere loro delle critiche e dei consigli. Ma ad essere sincero non ricordo molto perché ero davvero molto giovane in quel periodo. Riguardo Beast Legends, fu molto divertente. Ho avuto l'occasione di girare per il mondo e di partecipare a vere e proprie avventure di cui altrimenti avrei soltanto letto. In ogni episodio c'era una sfida per queste illustrazioni o sculture, è stata probabilmente una delle esperienze più estenuanti della mia vita, anche perché lavoravo allo stesso tempo con Geoff per Flash e quindi essenzialmente avevo due lavori full time allo stesso tempo.

Un disegno di Flash fatto alla velocità
della luce da Francis: da incorniciare.
Se finissi su un'isola deserta, quale supereroe vorresti con te e perché?
Superman, perché così potrebbe portarmi in volo via dall'isola.
Risposta facile.
Domanda facile in realtà [ride], perché non appena si parla di "isola deserta" e "supereroe" nella stessa frase, è fatta, hai già la soluzione a portata di mano.
Quindi problema risolto.
Esatto.

Se dovessi scegliere un personaggio di Flash e di Detective Comics, quali sarebbero e perché?
Sarà una risposta ovvia e semplice, ma mi piace moltissimo disegnare Flash e Batman, per cui scelgo loro.

Se potessi avere un super potere quale sarebbe e perché? Lo useresti per fare del bene o del male? Sii onesto.
Teletrasporto.
Anch'io, perché lo trovo il più utile, più di volare.
Esatto, e poi col volo sarei visibile e rintracciabile su un radar, e se corressi super veloce lascerei comunque una scia dietro di me. Ma se potessi teletrasportarmi, potrei essere ovunque quando vorrei, sarebbe davvero pratico. Quello che mi piace del teletrasporto poi è che, rispetto al volo e alla super velocità per le quali si crea in automatico un'aspettativa di salvare le persone, col teletrasporto questo non accadrebbe. E' in un certo senso inutile come super potere ma essenzialmente utile per la vita di tutti i giorni.
Quindi meno responsabilità per un super eroe. E saresti sempre puntale.
Vero, mai più in ritardo [ride].

Se dovessi scegliere un fumetto non tuo, quale sarebbe?
La maggior parte di quelli che mi piacciono sono conclusi, su tutti direi All Star Superman, il mio preferito, e Locke & Key, che trovo davvero ottimo.

E uno che ti sarebbe piaciuto disegnare?
Devo dire che sono stato abbastanza fortunato con la DC che mi ha fatto disegnare tanti personaggi iconici, quindi è difficile. Dovrei scegliere personaggi Marvel, come per esempio Spider-Man, di cui mi piacerebbe molto scrivere; mentre mi piacerebbe illustrare Silver Surfer, perché è essenzialmente nudo [ride] e potrei disegnare dello Spazio, quindi sarebbe molto affascinante.

Ultima domanda: Catwoman o Supergirl?
E' difficile, non saprei, penso più Catwoman perché è una bad girl [ride].

Scegliete la vostra edizione home video preferita di The Flash e acquistate subito il cofanetto!



- Federico Vascotto

commenti

0 Risposte a "FRANCIS MANAPUL: INTERVISTA ALLA VELOCITA' DELLA LUCE AL DISEGNATORE DI FLASH E BATMAN"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.