mercoledì 16 settembre 2015

2 INSIDE OUT: RECENSIONE IN ANTEPRIMA DEL PROSSIMO FILM DISNEY PIXAR

Un'emozione può sorprendere come poche. Figuriamoci se le emozioni sono cinque, anzi, infinite combinazioni e sfumature delle stesse.

In uscita nei cinema americani il 19 giugno e in quelli italiani il 16 settembre - ma presentato fuori concorso al Festival di Cannes e poi a Roma in questi giorni - Inside Out, il nuovo film d'animazione della Disney Pixar, ci ha sorpreso come forse non accadeva dai tempi Ratatouille. Un mix perfetto di trovate geniali, trama originale, risate intelligenti e una profondità di sentimenti senza essere stucchevoli o melensi: ecco la ricetta riuscita di questo nuovo prodotto sfornato dalla Disney.

La storia si svolge su due piani paralleli: Riley (doppiata dall'esordiente Kaitlyn Dias) è un'undicenne che si trasferisce coi genitori dal Minnesota - dove la sua vita era perfetta, divisa tra famiglia, amici e l'hockey - a San Francisco, caotica e confusionaria. Un grosso stravolgimento per la ragazzina: nuova scuola, nuovi compagni e in generale una nuova vita la attendono nella nuova città, e così le sue emozioni - Gioia, Paura, Rabbia, Disgusto e Tristezza - si trovano per la prima volta in disaccordo su come affrontare la situazione. Questo scatena una serie di eventi che porteranno sia Riley che i suoi sentimenti a prendere maggiore consapevolezza di se stessi.

Il commento e la recensione al film dopo il "continua a leggere..."

Il cervello ci viene presentato in questo lungometraggio animato in modo assolutamente geniale, quasi un'evoluzione disneyana di Esplorando il Corpo Umano: una serie di Ricordi Base, i Ricordi Giornalieri che vengono selezionati e catalogati con cura dalle cinque emozioni, la Memoria a Breve Termine e quella a Lungo Termine, con i Pulitori dei Ricordi che non ci interessano più man mano che cresciamo nella Discarica, le Piattaforme più importanti, come la Famiglia, l'Onestà, l'Amicizia, assieme a quelle che fanno di noi ciò che siamo, come per Riley l'Hockey. Un quartier generale, un Labirinto vero e proprio che collega tutte queste postazioni, il Treno dei Pensieri, il Subconscio: nulla viene lasciato al caso in questo film.


Sperando che il doppiaggio mantenga la verve comica dell'originale, le voci scelte sono quanto di più azzeccato si poteva fare, una sorta di reunion dei grandi comici del Saturday Night Live statunitense: Amy Poehler (Parks and Recreation) doppia Gioia, che cerca di trovare sempre un lato positivo nelle cose; Bill Hader (The Mindy Project, Bob's Burgers) è Paura, che teme che il peggio possa sempre accadere tanto da non far uscire Riley di casa pur di non farla rischiare; Lewis Black (The Daily Show, The Big Bang Theory) doppia Rabbia, sempre pronto a brontolare per qualcosa; Mindy Kaling (The Office, The Mindy Project) è Disgusto, con un gran occhio per la moda e pronta a evitare che una situazione diventi imbarazzante per Riley; infine Phyllis Smith (The Office) dà voce a Tristezza, la più problematica delle emozioni, poiché sempre pronta ad affiorare e a "contaminare" le altre.

E' proprio questa "contaminazione" dei Ricordi Base di Riley a scatenare parte della trama: mentre Gioia e Tristezza si ritrovano fuori dal Quartier Generale e devono tornarci altrimenti Riley perderà la possibilità di essere di nuovo felice, gli altri tre cercano di salvare il salvabile, mentre la ragazzina rischia di perdere amicizia, famiglia e onestà come suoi valori principali. Ma è proprio questo viaggio che darà una nuova consapevolezza e una morale davvero intelligente a Gioia e alla stessa Riley: man mano che si cresce le emozioni sono sempre più sfumate e meno divise in compartimenti stagni, ma piuttosto un mix delle stesse. C'è un momento per ogni cosa, non si può essere felici ad ogni costo, anzi a volte per poter gioire bisogna prima essere tristi, magari piangere e "sfogare" così la propria frustrazione momentanea. E più si avanti - con la pubertà in arrivo, per esempio - le emozioni si faranno ancora più complesse e stratificate. E' questo che rende così complessi e affascinanti gli esseri umani.


Inside Out è quindi un film che non solo sorprende per invettiva e profondità, senza scadere nel melenso, ma va dritto al cuore - anzi, al cervello - di ognuno di noi, rigirandoci come una frittata di emozioni e rendendoci più consci di quanto siamo complicati, e sta in questo la nostra forza.

A completare il cast Diane Lane (L'uomo d'acciaio), Kyle MacLachlan (Twin Peaks, Marvel Agents of S.H.I.E.L.D.) che danno voce ai genitori di Riley e Richard Kind (Gotham, I Pinguini di Madagascar) che è l'Amico Immaginario dell'infanzia di Riley, Bing Bong. senza dimenticare le incursioni comiche come quella di Rashida Jones (Parks and Recreation). Inside Out è diretto da Pete Docter (Up, Monsters & Co.) e da Ronaldo Del Carmen, basato su un'idea di Doctet, che cura anche la sceneggiatura assieme a Meg LeFauve e Josh Cooley. Le musiche di Michael Giacchino (Lost) sono il perfetto accompagnamento a questa esperienza emozionale. Dentro e fuori.

 




- Federico Vascotto

commenti

2 Risposte a "INSIDE OUT: RECENSIONE IN ANTEPRIMA DEL PROSSIMO FILM DISNEY PIXAR"
Kisal ha detto...
18 settembre 2015 11:50

Orgogliosa di aver deciso di andare a vederlo subito.
Un capolavoro :)
L'elogio del lavoro di squadra mi è piaciuto moltissimo e anche il messaggio che suggerisce di coraggiosi e concedere ad emozioni difficili di sopraffarci per riuscire a superare i problemi sono i punti cardine del film.
All'inizio le emozioni sono distinte e camminano tutte per i fatti loro, Gioia è la leader indiscussa che si sbraccia per evitare che Tristezza contamini i Ricordi Base, che distrugga tutto, convinta che basti faticare ogni giorno e correre qui e là a proteggere le sfere dorate per garantire la serenità di Riley.
Paura, Disprezzo e Rabbia sono comparse inutili che non hanno un peso, pur essendo caratterizzati benissimo. E' una presenza inutile voluta, la loro dell'inizio.
Stupendo l'espediente che si trova per allontanare Gioia e Tristezza, fantastiche le peripezie - piene di immagini simboliche che diventano realistiche con tutte le trovate che gli sceneggiatori hanno inventato per loro.
Bellissimo il momento in cui Gioia non si rende conto che l'Amico Immaginario è caduto dal carretto e che non è destinato a far parte della vita di Riley anche da grande.
Momento topico quello in cui Gioia smette la paura e si mette da parte, lascia la concolle a Tristezza che - per la prima volta sicura di sé - mette le mani dove deve ed è l'unica che permette a Riley di sbloccarsi.
Il sospirone di sollievo di Riley è commovente, subito dopo.
Le isole dei valori di Riley, che risorgono ma tutte sulla stessa piattaforma sono la ciliegina sulla torta. Un'immagine perfetta di quel che succede in ogni persona, con la crescita.
Felicità, delusioni e riconoscimento di nuovi valori, ricostruzione di sé stessi.
Carina la storia e costruzione del film incantevole :)
Wow davvero!


Redazione ComicSoon ha detto...
22 settembre 2015 16:03

E' proprio il percorso di formazione delle stesse emozioni il punto vincente del film, hai detto bene. Non sappiamo se Big Hero 6 o Frozen si meritassero davvero l'Oscar ma questo film, anche solo per l'idea di base, entra di diritto nella candidatura come miglior film d'animazione!

PS: Le scene durante i crediti di chiusura che ci mostrano anche altre emozioni all'opera (un ragazzo, un gatto) sono la ciliegina sulla torta: adorabili e molto divertenti!


Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.