lunedì 18 maggio 2015

0 HEROES REBORN: IL RITORNO DEL SERIAL TV E IL FUMETTO - [MOVIES & STRIPS]

HEROES REBORN: IL RITORNO DEL SERIAL TV E IL FUMETTO - [MOVIES & STRIPS]
In autunno tornerà Tim Kring con i tredici episodi del suo nuovo progetto Heroes Reborn, per tentare di rilanciare questo vecchio franchising che ha visto la partecipazione di attori come Zachary Quinto e Milo Ventimiglia e di showrunner come il fumettista Jeph Loeb.

Il futuro di Heroes

Ad anticipare la messa in onda della nuova miniserie targata NBC ci sarà anche l'omonima webserie Heroes Reborn: Digital Series, che non potrà non fornire spiegazioni sugli eventi successivi al cliffhanger della quarta stagione. Peccato, che proprio il personaggio coinvolto, ovvero la cheerleader Claire Bennet (Hayden Panettiere), non sia più fra i protagonisti della Rinascita e questo ci porta a ipotizzare un salto di qualche anno nella trama; oppure, alcuni viaggi temporali fatti da Hiro per evitare nuovamente un cupo futuro.

Si uniranno a Noah Bennett (Jack Coleman) – probabilmente insieme a Hiro (Masi Oka) e al silenzioso Haitiano (Jimmy Jean-Louis) – gli altri nuovi personaggi interpretati da Zachary Levi (Chuck), Eve Harlow (The 100), Robbie Kay (Once Upon a Time) e Pruitt Taylor Vince (The Mentalist)

Speriamo bene. E' una serie che merita, come vi spiegherò dopo il "Continua a leggere..."


Il passato di Heroes

La prima stagione fu un autentico trionfo di premi e ascolti, poi il doloroso declino di Heroes fino alla sua cancellazione. Colpa dello sciopero degli sceneggiatori che ha accorciato il numero degli episodi della seconda annata e dell'avvicendarsi continuo di coloro che dovevano tracciare la rotta generale dello show insieme al suo ideatore Tim Kring, finendo per perdersi dietro storyline riempitive e infruttuose (ad esempio, vogliamo parlare di quando la mente di Sylar si trova nel corpo di Matt Parkman?!).

Dapprima la storia nasceva dal presupposto che un gruppo di sconosciuti in luoghi diversi potessero sviluppare delle capacità particolari. Ma, al centro dell'attenzione dello spettatore non c'era la spettacolarità dei loro poteri quanto le loro scelte come persone comuni o padri di famiglia. Una serie corale che raccontava le vicende di questi eroi per caso, dove ognuno aveva il suo percorso di crescita o era alla costante ricerca di qualcosa. Dove il dualismo tra bene e male non era così lineare, perché ogni personaggio aveva le proprie zone d'ombra.

Li riunisce il destino attraverso il misterioso disegno di una spirale di DNA che compare nei posti più disparati (nelle loro case, sui loro oggetti e sui loro corpi come un tatuaggio) e la chiamata alle armi della versione futura di uno dei protagonisti (e che purtroppo non sarà l'unica, perché tutti o quasi ne avranno una) contro uno spietato serial killer e un complotto politico: «Save the cheerleader, save the world».


Il fumetto di Heroes

La NBC ha realizzato oltre a numerose web series tra un'annata e l'altra anche molti webcomics che ripercorrono le quattro stagioni del suo sfortunato show, svelandoci in questo modo fatti che non avevano trovato spazio in TV.

Queste storie ci colpiscono in particolare perché ci hanno lavorato grandi nomi del fumetto statunitense, quali Michael Turner, Phil Jimenez, Alex Ross e Robert Atkins, accondiscendenti verso quest’ibridazione digitale del proprio lavoro, che oggi giorno sta prendendo sempre più piede.

Heroes Stagione Uno è l’unico volume dei due pubblicati in U.S.A (l’altro raccoglie le storie del secondo ciclo) ad essere giunto nel 2008 pure nel Bel Paese per merito della defunta Planeta De Agostini, e ciò, in parte, è un grosso peccato: vuoi, per l’abitudine – allora – ancora non consolidata di leggere anche sui supporti digitali, o semplicemente per l’amore per la carta e per il collezionismo. Insomma, molti fan si sarebbero potuti perdere, ad esempio, la grande avventura di Hana “Wireless” Gintelman quando lavorava per il furbo Noah Bennet e che sarà la causa del suo odio sfrenato per lui; come constatiamo nell'unico episodio televisivo dove la ragazza compare intitolato Unexpected.

A questa poi si aggiungono tante altre vicende, arricchite dalle copertine di 9th Wonders, il fumetto fittizio inventato dal pittore veggente Isaac Mendez nel serial e illustrate nella realtà dal famosissimo Tim Sale, che rappresenta un altro punto di contatto tra i due media.

Il trailer di Heroes Reborn



- Gianluca Lamendola

commenti

0 Risposte a "HEROES REBORN: IL RITORNO DEL SERIAL TV E IL FUMETTO - [MOVIES & STRIPS]"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.