martedì 26 maggio 2015

0 ARF FESTIVAL 2015 - DIALOGO, PAROLE, SPERANZE - [REPORTAGE]

ARF FESTIVAL 2015 - DIALOGO, PAROLE, SPERANZE - [REPORTAGE]
Lascio la pioggia di Firenze insieme a parte delle mie preoccupazioni per l'avvenire e altre legate a una situazione italiana (e internazionale) sempre più precaria. Mi faccio trascinare dalla passione per il fumetto che coltivo da tanti anni e salgo sul treno. La destinazione è l'Arf festival 2015 di Roma.

Alla sua prima edizione questo festival dedicato al fumetto ha richiamato tanti editori, autori e disegnatori che avevano qualcosa da dire a proposito del racconto nelle sue varie forme (anche animazione, cinema...).

ARF Festival: Motivazioni

Lungo la strada incontro un ragazzo che mi parla del rischio che ogni giorno si prende nel provare a diventare un disegnatore di professione dopo aver terminato la Scuola Internazionale di Comics. E mi racconta dei sacrifici che inizia a fare, disegnando la notte dopo essere tornato dal lavoro e al quale poi deve tornare il mattino successivo. Tuttavia, la sua forza non è l'età e non lo è neppure il talento che possiede (non so, in effetti, come disegna e se diventerà il futuro Jack Kirby), ma è la sua capacità di saper guardare dove può avere le risposte che cerca. 



Il JOB ARF ha dato la possibilità ad alcuni selezionati di poter mostrare il proprio portfolio a varie case editrici, ma sicuramente il festival è stato in primis un luogo di incontri per il clima amichevole e l'ambiente circoscritto dell'Anfiteatro nel quartiere EUR. 

Rassicura molto, perciò, pensare che nella società di oggi priva di punti di riferimento e di maestri – dove chi sa di esserlo fa di tutto per non per farsi trovare – sia stato fatto un evento (organizzato da Stefano Piccoli, Paolo Campana, Fabrizio Verrocchi, Daniele Bonomo, Mauro Uzzeo e Luca Raffaelli) incentrato sui laboratori, le conferenze e le mostre (Davide De Cubellis, Gipi, Guido Crepax e Zerocalcare). 

ARF Festival: Marco Martani  e Mauro Uzzeo

Infatti, quando è iniziato il workshop sulla sceneggiatura, Mauro Uzzeo  si è trovato difronte persone sconosciute che  prendevano posto ordinatamente nella sala; le stesse, che, poco dopo, hanno saputo della sua passione per le canzoni di Luca Carboni

Una voglia di mettersi in gioco da parte di tutti, che fa partire Uzzeo con il botto: «Si tratterà le differenze tra scrivere per il fumetto e scrivere per il cinema. Due mestieri simili per tanti punti di vista, ma anche diversissimi. Nonostante entrambi usino la narrazione per immagini ci sono delle regole che le differenziano e che li rendono in un certo senso unici...» 

Appena il tempo di fare una foto veloce e prendere in mano carta e penna, che resto sbalordito per un momento: nessuna premessa allarmista sullo stato dell'editoria italiana, sulla Crisi o sulle difficoltà di chi vuole provare a fare il suo mestiere; che, parlandoci chiaro, spessissimo somigliano solo a un semplice escamotage per dire il meno possibile agli altri.

Anzi, volontariamente o no, Uzzeo ha accelerato entrando sempre più nel vivo dell'argomento fino a spiegare una tavola di un prossimo albo di Dylan Dog e a sceneggiare una pagina totalmente improvvisata come esercizio. E niente, tutte le barriere sono cadute, creando uno scambio sinergico tra i vari relatori e il pubblico, tanto da prolungare l'incontro oltre misura.

Come lui, Marco Martani (La mafia uccide solo d’Estate, Se Dio Vuole) ha spiegato il modo in cui scrivere una sceneggiatura cinematografica e la differenza di quella italiana dall'americana (dove una pagina corrisponde a un minuto). 

Entrambi hanno proseguito raccontando di come occorra essere capaci di lavorare in team e questo lo abbiamo visto sul posto con il regista Giovanni Bufalini e gli attori Valerio di Benedetto e Viviana Colais intenti a girare la scena di un film fittizio da usare come esempio. Dal posto, alcuni dei presenti hanno esposto la loro partendo dal proprio gusto personale, a ridosso del palco Bufalini ha risposto sulle basi delle sue necessità, mentre Martani ha fatto fronte a tutto questo modificando all'occorrenza le righe di sceneggiatura. 

ARF Festival: Lo studio in rosso 

È  vero, nel cinema c'è più comunicazione tra tutte le parti coinvolte (contate pure i produttori), ma anche nel fumetto c'è bisogno di chiarezza con il proprio disegnatore, che deve avere tutti i riferimenti necessari per comprendere la visione della vignetta.

Le cose da dire sarebbero tante, ma, per tessere un filo rosso con gli incontri che ci sono stati dopo, rammento soltanto come per Uzzeo lo scrivere una sceneggiatura non sia la rincorsa verso l'idea più originale per accumulazione bensì un lavoro di livellamento del superfluo per esprimere il cuore della narrazione. 

Un procedere paziente che passa anche dal dialogo, spesso critico, con i suoi amici-colleghi di Uno Studio in Rosso.

Con forte spirito di cameratismo, questo composito gruppo di autori e disegnatori si cestinano i soggetti vicendevolmente quando sono una me**da prima di giocare a Pathfinder, di guardare un film o di ribellarsi ai vicini studenti della Scuola di Musica.

Lo raccontano Roberto Recchioni insieme agli altri in una sorta Q&A tra aneddoti, suggerimenti e progetti. 

ARF Festival: Il racconto dei racconti

Tuttavia, nella mattinata, sono stati due gli ospiti connessi al mondo del cinema, che trovano nel disegno la base del proprio lavoro.

Sono piaciute le divagazioni del celebre fumettista (Martin Mystère, John Doe) e illustratore Davide De Cubellis sulla difficoltà di girare scene di massa in Italia; in confronto ad altre produzioni internazionali che lo hanno coinvolto al fianco di registi come Wes Anderson e Guy Richie.

All'Arf ha presentato lo storyboard del film Il Racconto dei Racconti, evidenziando ipotetici movimenti di macchina ed esaltando il lavoro – anche di trasformazione riguardo alcune scene – fatto con il regista Matteo Garrone.

E impreciso pensare che il drago e le altre creature siano state realizzate senza un concept di partenza come sottolinea lo stesso Leonardo Cruciano, socio fondatore di Makinarium, uno studio creativo italiano di effetti speciali. Inoltre, i backstage esclusivi hanno mostrato l'uso di animatronics, che hanno esaltato non poco i bambini presenti sul set che si sono trovati difronte un drago vero. D'altronde, la sfida è stata per loro quella di esprimere la matericità attraverso la CGI, distaccandosi, però, dagli esempi neozelandesi per cercare soluzioni che non si basassero sull'utilizzo di soggetti 3D nelle scene drammatiche.

Nel finale è intervenuto il regista che ha salutato i presenti e ha sottolineato il processo inverso fatto con Il Racconto dei racconti rispetto a L'imbalsamatore o Reality, perché dall'atmosfera favolosa de Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile è passato a una situazione di realismo attraverso i personaggi e la forza dell'immagine.

ARF Festival: Il ritorno come nuova partenza

C'è questa parte finale dell'incontro che mi è ritornata in mente più volte nel mio rientro a Firenze; ripensando se anche l'Arf Festival non fosse una realtà trasfigurata da parole, (dis)segni e inclinazioni personali tutte confluite in una medesima visione comune.

Poiché, questo festival, nei tre giorni che lo hanno composto, ha provato a dare ordine alla confusione, anche se solo quella narrazione.

La storia continua. Un successo da ripetere.... 

- Gianluca Lamendola

commenti

0 Risposte a "ARF FESTIVAL 2015 - DIALOGO, PAROLE, SPERANZE - [REPORTAGE]"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.