martedì 25 novembre 2014

0 LEGO BATMAN 3: GOTHAM E OLTRE, RECENSIONE DEL VIDEOGIOCO DEDICATO AL CAVALIERE OSCURO

LEGO BATMAN 3: GOTHAM E OLTRE, RECENSIONE DEL VIDEOGIOCO DEDICATO AL CAVALIERE OSCURO
In Lego Batman 3: Gotham e oltre, una storia dal grande respiro trascina i nostri eroi dalla Bat-caverna alla Sala della Giustizia fino alla Torre Di Guardia e all'Europa. Ad accompagnare il Cavaliere Oscuro nelle tante missioni ci sarà spesso il fedele Robin, Tim Drake.

Ma, laddove, quest'ultimo appare per lo più come un sempliciotto destinato a mettersi più volte nei guai, altri superamici (!) sono pronti a tutt'altre imprese. Ancora una volta l'intento della software house Traveller's Tales non è parodistico, bensì quello di rendere i personaggi DC accessibili ai piccoli e una generazione intera di storie ai gamer più grandi, grazie a un curatissimo fanservice

Perciò, da questo processo Batman & Co. ne escono soltanto alleggeriti: Lex Luthor vuole diventare ancora presidente, ma ogni piano malvagio finisce per assumere i toni di una scanzonata litigata tra amici.



Difatti, Cheetah e Wonder Woman sono avversarie di vecchia data: lo si intuisce da alcune loro battute, che rivelano l'antipatia della donna ghepardo nei confronti della campionessa delle Amazzoni, ma non la sua pazzia. E neppure, la stoica speranza di Wonder Woman di poter salvare Barbara Minerva – questa avida e superba cacciatrice di tesori – dal demone che la possiede.

Pertanto, veniamo invogliati continuamente a scovare tutte queste citazioni nei dialoghi o nelle tante strutture che visiteremo durante il gioco; per poi accostarsi alla lettura degli spillati (o dei volumi) e scoprire cos'è il Crepuscolo di Smeraldo...

Ad aiutare in questo ci pensano anche la localizzazione in italiano del gioco e i doppiatori della riuscitissima (e matura) Batman The Animated Series scritta dal fumettista Paul Dini: Marco Balzarotti è ancora la voce di Batman, con Davide Garbolino e Riccardo Peroni rispettivamente nei panni digitali di Robin e del Joker.

Da notare, il rimando al passato di Martian Manhunter sia nella sua paura del fuoco – simbolo dello sterminio del suo popolo – sia nella possibilità di controllarlo nell'originale forma marziana, superando in questo modo alcuni puzzle ambientali specifici.

Detto questo, ogni segmento narrativo appare come la coesa frazione di un lungometraggio animato, nonostante i tanti personaggi giocabili che vi si alternano.

Infatti, la minaccia di Brainiac impone agli eroi e ai villain di unirsi per impedire che l'androide alieno del pianeta Colu rimpicciolisca la Terra (e le sue città) e l'aggiunga alla sua collezione di oggetti unici.

A guidarli sarà ovviamente Batman!


Creato da Bob Kane nel 1939, il Cavaliere Oscuro ha goduto di moltissime trasposizioni sul grande e piccolo schermo. Un mito diventato parte integrante dell'immaginario collettivo – anche grazie a numerosi videogiochi – e quest'anno ricorre il suo 75° Anniversario.

Lego Batman 3 lo festeggia con un livello ad hoc, che richiama la serie tv del 1966 nel curatissimo level design e nei costumi dei personaggi.

Sì, proprio quella caratterizzata dalle onomatopee, che si imprimevano sullo schermo durante ogni bat-scazzottata, e da uno humor colorato (e attillato, viste le calzamaglie con mutandoni indossate dei protagonisti) che la resero un cult in appena due anni.

Per questo, in diversi momenti del gioco, sentiamo pure quel suo storico motivetto, che è stato canticchiato da tutti almeno una volta: Na na na na na na na na na na na na na na na na BATMAN!

E cosa dire dell'attore Adam West, protagonista del telefilm, qui messo costantemente in pericolo e in attesa del nostro aiuto? In effetti, è divertente trovarlo circondato da un pescecane, quando nel film degli anni sessanta usava il bat-repellente per squali per liberarsene.

Un cameo che rievoca i ricordi e l'ingenuità dell'infanzia, quando la trilogia di Cristopher Nolan non esisteva e gli effetti speciali non erano ancora specialissimi (scusate il gioco di parole voluto).

Quando ci si emozionava soltanto con poche note, sapendo che Superman e Wonder Woman stavano per fare qualcosa: prendere a pugni i cattivi, deviare proiettili, volare oppure “trasformarsi”. E poco importava, se Christopher Reeve e Lynda Carter lo facevano in una cabina telefonica o semplicemente piroettando su se stessi: l'illusione era perfetta. Questi sono tutti elementi che tornano puntuali e in maniera per nulla invasiva in Lego Batman 3, ogni qualvolta ci alziamo in volo o premiamo il corrispondente tasto azione.

D'altronde, sotto la divertente distruzione infinita dei famosi mattoncini e il gameplay immediato, il titolo può vantare pure il merito di alimentare il dialogo generazionale. Un ottimo regalo di Natale e un'occasione per staccare dal tran tran quotidiano.

- Gianluca Lamendola









commenti

0 Risposte a "LEGO BATMAN 3: GOTHAM E OLTRE, RECENSIONE DEL VIDEOGIOCO DEDICATO AL CAVALIERE OSCURO"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.