lunedì 3 novembre 2014

0 LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE, RECENSIONE DELL'ULTIMO FILM D'ANIMAZIONE DELLO STUDIO GHIBLI

LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE, RECENSIONE DELL'ULTIMO FILM D'ANIMAZIONE DELLO STUDIO GHIBLI
Ecco un film che vi lascerà una sensazione strana una volta che saranno apparsi i titoli di coda. Un film che si potrebbe definire intimistico, sicuramente di grande impatto visivo. Stiamo parlando di La storia della Principessa Splendente, la penultima fatica del celebre Studio Ghibli.

Distribuito dalla Lucky Red che ha compiuto negli ultimi anni la lodevole impresa di recuperare tutti i film dello Studio Ghibli e di Hayao Miyazaki, arriverà al cinema per una speciale proiezione evento nei giorni lunedì 3, martedì 4 e mercoledì 5 novembre, più o meno un anno dopo la proiezione nipponica (novembre 2013). Noi di Comic-Soon siamo stati all'anteprima romana ed ecco cosa ne pensiamo.

Intitolato in originale Kaguya Hime no Monogatari (letteralmente La storia della principessa Kaguya), si tratta di un lungometraggio animato che ha avuto una gestazione di ben otto anni, quasi una “gravidanza annuale” insomma, ma i cui sforzi produttivi sono stati ampiamente ripagati. Una produzione ritardata da mille imprevisti e problemi tecnici, dato che il film doveva uscire a luglio 2013 in contemporanea con Si alza il vento, altro gioiello della casa di produzione giapponese.

Dopo il "Continua a leggere..." il resto della recensione.


 
E' stato però premiato come si diceva dalla critica, che l'ha applaudito commossa al Festival di Cannes 2014, dove è stato presentato fuori concorso nella sezione “Quinzaine Des Realisateurs”, unico prodotto d'animazione presente al Festival. La pellicola è stata molto apprezzata anche in patria, dove ha vinto il 68° Annual Mainichi Film Awards come miglior film d'animazione, facendo incassare ai cinema giapponesi più di 280 milioni di Yen (circa 2 milioni di Euro).

Il regista Isao Takahata è stato già dietro la macchina da presa de La Tomba delle Lucciole e dell'apprezzatissimo I miei vicini Yamada, nonché autore delle celebri serie animate Heidi e Anna dai capelli rossi - di cui possiamo scorgere una netta somiglianza nella semplicità dei disegni, quasi “impressionisti”. All’età di 78 anni Takahata, anche co-sceneggiatore, ha disegnato interamente a mano il film, creando un nuovo stile nell'animazione che trasmette forza visiva e grande realismo agli occhi dello spettatore.

La Storia della principessa splendente è ispirato a uno dei più popolari racconti giapponesi, Taketori Monogatari (Il racconto del taglia bambù) e narra le vicende di Kaguya, minuscola creatura trovata in una canna di bambù da un vecchio tagliatore. Accolta e cresciuta dal tagliabambù e sua moglie che non hanno figli, la piccola - soprannominata “gemma di bambù” dal giovane fratello Sutemaru e altri ragazzi di campagna - cresce a vista d’occhio, affascinando tutti quelli che entrano in contatto con lei, fino a diventare una splendida giovane donna. Il tagliabambù decide di portarla nella capitale per farla diventare una principessa di nobile rango, perché crede sia quello che gli dèi che l'hanno inviata sulla Terra vogliono.

Un po' come Heidi, la “signorina principessa” si ritrova spaesata però a palazzo fra mille regole opprimenti e sente la mancanza della spontaneità e della semplicità della vita di campagna. Molti sono inoltre i pretendenti della Principessa Splendente, eppure nessuno è in grado di portarle quello che davvero desidera: nemmeno l’Imperatore riesce a conquistare il suo cuore. Come se non bastasse, deve far infine ritorno sulla Luna, luogo da cui si scopre provenire.

Ecco che la storia dà una lettura propria della favola originaria, che narrava che la Principessa era stata mandata sulla Terra come punizione e che una volta espiata vi deve fare ritorno, senza spiegarne il motivo. Qui non si parla della punizione, ma si cerca un'introspezione psicologica della protagonista in tutte le sue sfaccettature, compresa la sua infelicità nel dover ritornare al proprio luogo di origine.

La sensazione è quindi quella di rimanere straniti dalla mancanza di risposte, seppur con una grande emozione nel cuore, non solo per le immagini davvero di raro impatto impressionistico, ma soprattutto per l'efficacia della semplicità della storia, vero punto di forza del lungometraggio.
- Federico Vascotto
UPDATE 03/11/2014

Abbiamo due nuove clip per voi:
 

commenti

0 Risposte a "LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE, RECENSIONE DELL'ULTIMO FILM D'ANIMAZIONE DELLO STUDIO GHIBLI"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.