mercoledì 5 febbraio 2014

0 YUU WATASE DENUNCIA IL MOBBING DEL SUO EX EDITOR NE LA LEGGENDA DI ARATA

Yuu Watase vittima mobbing ex editor leggenda arata
In un recente post sul suo blog personale, Yuu Watase (Fushigi Yuugi, Ayashi no Ceres) denuncia pubblicamente il mobbing perpetrato da un suo ex editor durante la realizzazione de La leggenda di Arata.

La Watase ha iniziato descrivendo una mattina tipica dell'epoca, dicendo che aveva spesso mal di testa e si sentiva sopraffatta dalla stanchezza dopo aver trascorso tutta la notte a disegnare delle pagine da consegnare al mattino, per poi dover ricominciare a disegnare per la scadenza del mattino successivo. Alla fine è venuta alla conclusione che la sua stanchezza era dovuta alle richieste di ridisegnare troppe scene.

Finalmente sono finite tutte le pagine ridisegnate dell'arco narrativo Suzukura che ha avuto molto ritardo. Sei capitoli in tutto. La maggior parte è stata dovuta essere ridisegnata. Uno dei miei assistenti mi ha detto: "Questa situazione è scandalosa. Non ha alcun senso per la storia che s'incontrino "semplicemente"' dopo aver ridisegnato praticamente tutto. Se solo lo avessimo saputo non saremmo mai arrivati fin qui. Watase-san, lei aveva in mente un altro tipo di storia ... Com'è possibile che sia stata totalmente stravolta?
Dopo il "Continua a leggere..." altri particolari sulla vicenda.

Watase sensei dice poi che aveva già un'idea globale per La leggenda di Arata e ne aveva già discusso la trama e lo sviluppo della storia con il suo editor, ma si chiede se quest'ultimo avesse effettivamente capito le sue parole e la sua visione della serie.

L'editor costantemente "radeva al suolo le mie idee per fare spazio alle sue" e continuamente le chiedeva di ridisegnare i layout. Cancellava scene che non gli piacevano o che non capiva, anche se la Watase insisteva che fossero fondamentali. La sua risposta fu: "Disegna esattamente nel modo in cui ti dico io."

Watase è entrata nel mondo del professionismo nel 1989 con il suo manga Pajama de Ojama che è stato serializzato sul magazine Sho-Comi. Nonostante la sua carriera pluridecennale, scrive che non le era mai capitato di avere un editor così, tanto da farle passare la voglia di fare manga. "mi ha reso confusa e stanca, diminuendo la mia voglia di creare".

L'editor faceva mobbing anche ad altri mangaka

Dopo aver parlato con altri mangaka, Yuu Watase apprese che il suo editor, "Mr. Ai", si comportava in modo analogo anche con loro. Agli amici che le chiedevano perché continuasse ad accogliere le sue richieste, rispose di esserne costretta in quanto in caso contrario lui non avrebbe approvato mai il suo layout, e doveva comunque rispettare le scadenze. Nemmeno il parlargli delle sue preoccupazioni si rivelò d'aiuto in quanto la espose solo a subire ritorsioni in un secondo momento.

Per quanto riguarda La Leggenda di Arata, in particolare, Yuu Watase aveva inizialmente cercato di collaborare con l'editor, ma ogni volta che lei gli ha aveva spiegato come aveva intenzione di indirizzare la storia, il suo tema specifico e il suo significato, lui ha insistito per fare correzioni. Lei continuava a fargli presente che le correzioni erano inconsistenti e che spesso tralasciavano cose che lei riteneva indispensabili per la storia, oltre a dover ripetutamente tagliare o modificare cose che lei riteneva necessarie per il manga.

E' stato molto difficile da affrontare e ha causato un sacco di stress, soprattutto con una pubblicazione settimanale... E' stato praticamente l'inferno. Ad un certo punto, non lo facevo più per il bene dei lettori, o anche per il bene del manga ma solo come se fosse una commessa. Disegnavo storyboard e layout solo per ottenere la sua approvazione e andare avanti... Nulla di ciò che disegnavo andava bene e ciò mi rendeva sempre più difficile continuare a disegnare le pagine successive, oltre ai tagli e le modifiche assurde che mi imponeva.

La conclusione del mobbing su Yuu Watase

Fortunatamente per Yuu Watase (e per noi NdR), il suo editor è stato sostituito nel corso dell'arco narrativo Yataka. La disegnatrice afferma che, anche se ancora traumatizzata, la sua esperienza con il nuovo editor è migliore, dato che chiede solo pochi cambiamenti, come ad esempio una o due righe dei dialoghi.

Yuu Watase ha concluso il post con queste parole: "Mi sembra che Mr. Ai avesse pensato che i lettori fossero imbecilli e ciò mi rende triste quando ripenso invece a tutti i motivi per cui disegno manga."

Il post sul blog originale è stato recentemente rimosso, ma fortunatamente su un sito giapponese è ancora disponibile (potenza della rete) e da questo è stata tratta questa traduzione.

Siamo molto costernati per questo episodio di mobbing capitato alla simpaticissima Yuu Watase, ma ci auguriamo che non le abbia fatto passare la gioia nel realizzare manga che sono un elemento fondamentale della sua vita. Come si dice "l'importante è che sia passato".

Fonte: Esuteru

commenti

0 Risposte a "YUU WATASE DENUNCIA IL MOBBING DEL SUO EX EDITOR NE LA LEGGENDA DI ARATA"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.