sabato 1 febbraio 2014

1 [MOVIES & STRIPS] DIABOLIK: TRA CINEMA E TV


Diabolik è un antieroe, creato nel 1962 da Angela e Luciana Giussani. E nel 2014 sarà anche protagonista  di una serie tv in onda su Sky Cinema composta da tredici episodi. Ma tutto è ancora avvolto nel segreto.

Il resto dell'articolo dopo il continua a leggere



Dal recente trailer notiamo fin da subito gli ambienti lussuosi di uno dei tanti musei di Clerville, insieme alla sua silouette nera che si muove a ridosso delle pareti in barba ai guardiani.

Al punto di ricordare in una manciata di minuti quella forza evocativa che lo ha sempre contraddistinto in questi cinquantadue anni di vita editoriale: anche agli occhi di coloro che non ne hanno mai letto un albo. Diabolik è un ladro imprendibile e un assassino, ma anche la personificazione del concetto stesso di sfida.


Ecco, nel film diretto da Mario Bava nel 1968 non è presente un antagonista all'altezza del suo acume e tanto meno l'ispettore Ginko (Michel Piccoli)si rivela per lui una spina nel fianco come nei fumetti.


Pertanto, assistiamo al semplice tentativo di depistare Diabolik (John Phillip Law) con un finto furgone portavalori, mentre la grande somma di denaro sarebbe dovuta arrivare al porto su una macchina diplomatica e guidata da poliziotti a loro volta camuffati. Pure, il secondo colpo viene portato a termine con facilità dal ladro grazie a uno dei tanti trucchi montati sulla sua Jaguar E Type nera per fermare i suoi inseguitori.

Degne di nota sono le riprese fatte dall'alto nel seguire la macchina di Diabolik e altre in primo piano davanti fondali  finti, che, uniti ad vertiginosi movimenti di camera, vogliono riproporre l'eccitazione tipica del fumetto nonostante i mezzi dell'epoca. Per questa ragione, a spiccare sono alcune volte più le scenografie e la cura dei dettagli, come gli occhi di ghiaccio del protagonista che  emergono solitari e prepotentemente dal passamontagna.

A mancare è proprio quel brivido dato da una sfida apparentemente impossibile e che nel film viene soltanto simboleggiato in parte da una torre che non può essere scalata da nessun uomo.

Vero è che il tempo di lettura di un albo da edicola è di circa mezz'ora, mentre per adattarlo alla durata di un film si deve forzatamente articolarne la storia: anche inserendo più furti a breve distanza quasi fossero dei mini episodi.

Ma, a memoria, questi sono preceduti nel fumetto da sopralluoghi e la loro riuscita è spesso secondaria a un primo “fallimento” dovuto a un imprevisto.

Inoltre, nel commetterli Diabolik si avvale di maschere che riproducono perfettamente il volto di coloro a cui si vuole sostituire per non dare nell'occhio o raccogliere informazioni. L'espediente grottesco non fa che consegnarlo ulteriormente al mito, poiché nessuno conosce né le sue origini né il suo vero nome: neppure lui.
In fondo, il film ne cattura l'essenza di icona – appunto – popolare, ma non affonda mai la lama oltre la facciata del personaggio.

Perciò, da un lato non vediamo i due corpi trafitti dagli unici due coltelli che Diabolik lancia (famoso è lo swiss che compare nelle vignette mentre questi vibrano nell'aria) e dall'altro l'inquadratura si sofferma troppo sul letto di banconote che aspetta Diabolik e il suo grande amore Eva Kant (Marisa Mell) nel loro rifugio.

Pure lei ne esce mutata in questa trasposizione: passa dall'essere l'elegante vedova dell'ambasciatore del Sudafrica e un'abile ladra allo status di bambolona sexy a cui ammiccano i tanti rimandi visivi e musicali alla Pop Art presenti nel film.

E infine cosa dire dell'integerrimo Ginko, che stipula un patto con il gangster Valmont (Adolfo Celi) pur di attirare il suo vero avversario in una trappola?

Ammetto che le mie scappatelle a Clerville, per seguire i  furti di questo re del terrore (così si intitolava la sua prima storia), sono state parecchie, ma sempre discontinue. Eppure, non ricordo un Ginko così facilmente arrendevole verso il suo ruolo. Sbaglio?

Gianluca Lamendola

commenti

1 Risposte a "[MOVIES & STRIPS] DIABOLIK: TRA CINEMA E TV"
Mort Cinder ha detto...
26 marzo 2014 21:46 Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.