mercoledì 16 ottobre 2013

0 THE WALKING DEAD - UN PARERE SULLA NUOVA QUARTA STAGIONE

E siamo alla quarta! Parte la nuova stagione di The Walking Dead, concepita questa volta dallo showrunner Scott M. Gimple, che vuole riconquistare il favore di chi ha criticato l'eccessiva lentezza della precedente. Così, gli zombi arrivano a minacciare nuovamente il gruppo di Rick (Andrew Lincoln) fino alle porte della prigione; mentre una sequenza lascia intendere che questa non sarà affatto una situazione isolata.

[SPOILER ALERT]

Avevamo lasciato i nostri sopravvissuti a leccarsi le ferite dopo la vittoria sul Governatore (David Morrissey), che, sebbene non sia ancora visto dopo la sua fuga, sappiamo essere stato promosso a regular per questo ciclo di episodi.

Con lui, viene meno pure il criticato clima da Far West, caratterizzato da un'accesa verbosità e un'azione (fisica) ridotta quasi all'osso.

Ancora una volta la serie dà prova di non assecondare apaticamente situazioni prefissate, come le declinazioni cinematografiche del genere zombesco: l'idiota condannato a morire solo per l'essere tale, sexy sopravvissute con il solo sen-s-o di sollecitare le nostre voglie e costrutti da videoclip per enfatizzare il trascinamento visivo delle mitragliate.

Abbiamo l'occhialuto Patrick a rispecchiare uno stereotipo del passato, che segna la distanza tra Carl e un normalissimo ragazzo della sua età.

Infatti, se il figlio di Rick passa da spietato bambino soldato a contadino, il padre fa lo stesso, rinunciando al comando dei superstiti.

Un modo non per disinteressarsi del prossimo, ma per fare scelte più umane e non perdere quello di buono c'è ancora, in (s)favore di logiche errate o di un nuovo stress psicotico.

È vero la scena nel supermercato è un tipico cliché del genere, ma nel suo procedere viene anticipato da un momento di ilarità sul lavoro di Daryl (Norman Reedus) prima dell'epidemia e sui fantasmi che attanagliano un nuovo personaggio: Bob (Lawrence Gilliard Jr., The Wire), un ex medico militare.

Perciò, il fulcro della narrazione restano ancora i personaggi, le loro scelte e persino i loro amori. Dare il nome a un maiale, diventa soltanto uno dei modi per rincorrere un'idea di civiltà ormai lontana, perché la morte  in The Walking Dead arriva sempre prima.

L'apporto di Scott M. Gimple a The Walking Dead

Almeno a prima vista, rispetto a Glen Mazzara, Gimple si contraddistingue per la sua capacità di mantenere un equilibrio tra il racconto di sensazione e il realismo stesso della storia. Così, riesce a istillare tanto nei personaggi quanto nello spettatore delle riflessioni sconvenienti, senza però sacrificarne il ritmo.

Lo showrunner  ha la strana capacità di passare dall'universale al particolare, rendendo interessante il lungo discorso di Hershel su come anche i rami rotti possano continuare a crescere se tirati fuori dall'ombra.

- Gianluca Lamendola 

commenti

0 Risposte a "THE WALKING DEAD - UN PARERE SULLA NUOVA QUARTA STAGIONE"

Dicci cosa ne pensi

Il tuo commento è importante, grazie!

Cerca nel blog

FIERE OTTOBRE 2016

- 1/2 > Romics - Nuova Fiera di Roma, quartiere fieristico situato sulla Via Portuense. Ore 10 - 20. Info: www.fieraroma.it | www.romics.it


- 2 > La Via del Fumetto & Disco - Via Emilia, 15057 Tortona (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: http://www.lafieradelfumetto.com/


- 8/9 > ALEComics - Cittadella di Alessandria, Caserma Montesanto (AL). INGRESSO GRATUITO. Info: www.alecomics.it


- 8/9 > San Donà Fumetto - Padiglione Fieristico "Area Ex Papa", Via Pralungo 9, 30027 San Donà di Piave (VE). Ore 10.00 - 19.00. Info: www.sandonafumetto.it


- 28/29/30/31 [Qui trovate Comic-Soon] > Lucca Comics & Games - Città di Lucca. Info: www.luccacomicsandgames.com



Scopri tutte le altre fiere in Italia

Pierz [per la tua pubblicità - Redazione Comic Soon]

Post più popolari

© Solone Srls 2014. Powered by Blogger.